Sport e bambini: perchè fa bene e come sceglierlo

Perché lo sport fa bene ai bambini e quale fare in base all’età

Bambini e Sport:
Ogni età ha i suoi sport e ogni età trova un beneficio nello svolgimento di un’attività fisica regolare.

I bambini sono in continuo sviluppo osseo, muscolare e metabolico ecco perché lo sport fa bene ai bambini. La pratica di un’attività sportiva infatti, assicura un’adeguata crescita dell’apparato scheletrico e muscolare, stimola il metabolismo e la produzione di endorfine. Lo sport accresce lo stato di benessere e ha un ruolo fondamentale nelle varie fasi evolutive dei bambini soprattutto se scelto in base all’età e indirizzato verso un accrescimento dell’apparato muscolo scheletrico e verso uno sviluppo armonico che coinvolga tutti gli apparati.
Come sostiene la SIOT (Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia) lo sport è fondamentale perché praticare attività sportiva fa rima con salute e benessere.

3 principali motivi per educare i propri figli allo sport

 

  1. Evitare una routine sedentaria
    Così come tanti adulti, anche i bambini conducono sempre più spesso una vita sedentaria. Ci si muove molto poco durante l’arco della giornata, giocando spesso tra le mura domestiche, abusando di tv e videogiochi e per la maggior parte degli spostamenti vengono accompagnati in auto dai genitori.
    Uno studio condotto dall’INRAN ha evidenziato che i bambini dedicano alle attività outdoor un tempo molto scarso, specialmente al Sud (si parla di meno di due ore alla settimana) e il 70% dei bambini presi a campione tra gli 8 e i 9 anni, non ha l’abitudine di andare a scuola a piedi.
  1. Evitare il sovrappeso
    Correlato al punto 1° sul perché lo sport fa bene ai bambini, il sovrappeso colpisce il 30% dei bambini italiani, la percentuale più alta tra quelle registrate nel resto dell’Europa. Occorre evidenziare che anche se il vostro bambino è normopeso, lo sport è comunque prioritario per un’ottimale proporzione tra massa magra (tessuto muscolare) e massa grassa (tessuto adiposo). Sia il sovrappeso, sia un tessuto muscolare poco sviluppato si trascinano poi con l’avanzare degli anni aumentando i rischi di valori alti di colesterolo e pressione arteriosa.
  2. Un regalo a lungo termine
    Educare i bambini allo sport è uno dei regali migliori che possiate mai farli. Fare sport comporta l’acquisizione di esperienze motorie e sociali preziose per tutta la vita. Parliamo di una consolidata e graduale crescita della muscolatura, di capacità coordinative, di equilibrio e orientamento, di capacità condizionali quali forza, resistenza e velocità. Da non sottovalutare la produzione di endorfine durante la pratica di un’attività piacevole e divertente.

Quali sport praticare in base all’età

Lo sport fa bene ai bambini: quali sono le attività giuste? E quale l’età in cui iniziare?

L’educazione all’attività fisica intesa come attività all’aria aperta deve iniziare fin da subito! Per gli sport e attività di gruppo occorre ovviamente attendere i 3 anni per la piscina ad esempio, i 4/5 anni per le corse in bicicletta, la danza, la ginnastica artistica e ritmica, lo sci. Tra i 7 e gli 8 anni si aggiungono gli sport che necessitano una capacità di coordinazione e una muscolatura più forti. In base alle attitudini e preferenze del bambino si possono valutare il calcio, il basket, tennis, judo e karate, il canottaggio.

Il pediatra sarà sempre un vostro alleato nella scelta di alcuni sport più indicati per prevenire o correggere anomalie della postura come scoliosi o il piede piatto.
A prescindere dall’età, è necessario aver presente che il movimento non è solo pratica sportiva e lo sport non è competizione. Lo sport fa bene ai bambini perché significa aria aperta, corsa, gioco e scoperta. Aiuta nella gestione della timidezza, rafforza l’autostima e migliora il rapporto con se stessi e con gli altri.