Endocrinologia

Di che cosa si occupa l'Endocrinologo?

L’endocrinologo è lo specialista in endocrinologia che si occupa dei disturbi a carico  delle ghiandole i cui prodotti (gli ormoni) vengono direttamente immessi nel sangue. Gli ormoni sono dei veri e propri regolatori metabolici; un’adeguata produzione e azione ormonale è fondamentale per tutti le funzioni dell’organismo. Le ghiandole endocrine sono numerose, e le azioni degli ormoni si manifestano in tutti gli organi ed apparati; pertanto la disfunzione di una singola ghiandola può provocare numerosi effetti clinici, che non sempre possono apparire attribuibili alla sottostante patologia.  Solo l’attenta valutazione e combinazione dei vari elementi clinici, unitamente alla preparazione ed all’esperienza dello specialista in endocrinologia, permetterà di arrivare alla diagnosi e di impostare la terapia più adeguata al singolo caso.

In che cosa consiste una visita Endocrinologica?

Il punto di partenza di ogni visita endocrinologica è rappresentato dal dialogo con il paziente, finalizzato alla ricostruzione della sua storia clinica, dei sintomi e segni clinici da lui avvertiti (anamnesi personale), e delle informazioni cliniche relative ai suoi famigliari (anamnesi famigliare). Quest’ultima riveste una particolare importanza perché molte patologie endocrine (studiate dall’endocrinologia) si presentano in più membri della stessa famiglia. Quindi si procede alla “visita” del paziente (l’esame obbiettivo), con la rilevazione dei principali parametri antropometrici (ad es. peso, altezza, pressione arteriosa, stato nutrizionale, rappresentazione dell’apparato pilifero e delle masse muscolari etc) e con la valutazione degli organi potenzialmente coinvolti nella patologia sospettata (ed es. la palpazione della regione del collo nelle patologie tiroidee; l’esame dei genitali nelle patologie andrologiche etc).  Formulato il sospetto diagnostico, il passo successivo è rappresentato dalla prescrizione degli specifici esami laboratoristici (dosaggio nel prelievo ematico del livello degli ormoni circolanti o di altre molecole) e/o strumentali (ad es. ecografia tiroidea; risonanza magnetica ipofisaria etc).

Quali sintomi provocano le più frequenti patologie Endocrinologiche?

Alterazioni a carico di un’unica ghiandola (ad esempio la tiroide) hanno ripercussioni su molteplici distretti corporei. Prendiamo in considerazione una condizione molto frequente: quella dell’ipotiroidismo, caratterizzata da una riduzione delle concentrazioni circolanti di ormoni tiroidei. Quando la concentrazione di ormone tiroideo si riduce, la cellule dell’organismo non sono adeguatamente stimolate ed i processi fisiologici dellorganismo rallentano. In conseguenza di ciò il paziente inizia a lamentare una stanchezza (astenia) non attribuibile alla normale attività lavorativa, ed avverte maggiormente una sensazione di freddo; il cervello rallenta le proprie funzioni, e si hanno problemi di memoria a volte accompagnati da un tono dellumore tendenzialmente depresso; il cuore rallenta la propria frequenza (bradicardia); la pelle diventa secca; nelle donne in età fertile compaiono irregolarità mestruali fino allamenorrea, mentre negli uomini può comparire disfunzione erettile. Vi sono inoltre delle alterazioni che il paziente non può avvertire, come l’aumento dei livelli di colesterolo (ipercolesterolemia). Altri disturbi legati all’ipotiroidismo sono rappresentati da: assottigliamento e perdita dei capelli, crampi muscolari, stipsi, edema degli occhi, delle mani e dei piedi, comparsa di gozzo (aumento del volume della tiroide). La velocità con la quale si sviluppa l’ipotiroidismo può essere variabile, a volte può anche richiedere molti anni. Una condizione di ipotiroidismo lieve (ipotiroidismo subclinico) può essere associata ad assenza totale di sintomi, che invece sono più severi, man mano che la produzione di ormone tiroideo si riduce. Pertanto, poiché i sintomi dell’ipotiroidismo non sono quasi mai eclatanti, e disturbi quali la stanchezza o la perdita di memoria sono molto comuni, l’unico modo per porre diagnosi certa di ipotiroidismo è attraverso gli esami ematici.

Tariffe

Prima visita specialistica
80€
Visita specialistica di controllo
60€
Visita specialistica
100€
con Ecografia
Visita di controllo
80€
con Ecografia

Prenota Ora

[]
1 Step 1
Nome e Cognomeyour full name
Numero di Telefonoyour full name
Dataof appointment
Messaggiomore details
0 /
Previous
Next

Hai bisogno di informazioni dettagliate?
Contattaci telefonicamente